Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie.

ATTIVITA' CLINICHE

  • Stampa
ATTIVITA' CLINICHE
LE  ATTIVITA'  DEL CENTRO  DI  PSICOLOGIA  E  PSICOTERAPIA
Le caratteristiche  delle attività del Centro sono inevitabilmente correlate alle considerazioni e ai concetti contenuti nella relazione circa l'Indirizzo Scientifico e metodologico.
Esse possono essere così riassunte:
1)    Attività di ricerca e di studio.
Soltanto ripercorrendo l'evoluzione della teoria e tecnica psicoanalitica freudiana, nel senso della sua più ampia comprensione ed interiorizzazione, è possibile postularne la  rielaborazione critica e sistematica.
E' parte integrante di questo percorso la sempre maggiore chiarificazione dei concetti psicoanalitici, quale componente necessaria del processo continuo di costruzione teorica e tecnica.
Poichè tale lavoro implica lo sviluppo di nuovi concetti, e di conseguenza di nuove formulazioni teoriche, si impone di considerare provvisorie tali nuove costruzioni teoriche, almeno fino a quando la costante esperienza e verifica sul campo non le avranno convalidate, per poi divenire esse stesse oggetto di rielaborazione critica. Ciò presuppone un costante e continuo  rimodellamento interno delle proprie conoscenze e convincimenti, attraverso la capacità di acqusire i nuovi apprendimenti.     

2)    Attività di Consulenza Psicologica e presa in carico
Come premesso alla sezione Attività, essa è finalizzata a prestare consulenza psicologica, aiuto e sostegno psicologico in tutte le circostanze in cui non è proponibile  attuabile l'intervento psicoterapeutico vero e proprio.

Il modello di riferimento è, tuttavia, il medesimo che si trova delineato nella Relazione circa l' Indirizzo Scientifico e metodologico adottato dal Centro.

- Consulenza Psicologica rivolta a Bambini ed adolescenti
- Consulenza Psicologica rivolta a Genitori in difficoltà nella relazione coi figli
- Consulenza Psicologica rivolta ad Adulti, individualmente
- Consulenza Psicologica rivolta alle Coppie

3)    Attività di Psicoterapia
Come specificato nella sezione Attività,  il modello di riferimento è quello psicoanalitico freudiano, secondo le caratteristiche ed i concetti esposti nella Relazione circa l' Indirizzo Scientifico e metodologico del Centro di Psicologia e Psicoterapia.
La  Psicoterapia Psicoanalitica   viene proposta e prescritta quando siano presenti  le condizioni predisponenti e favorevoli.
Diversamente viene valutata l'opportunità di utilizzare  la Psicoterapia di sostegno.
La Psicoterapia  si espleta mediante una o più sedute settimanali, in relazione alle condizioni soggettive e alle caratteristiche della problematica manifestatasi.
- Psicoterapia rivolta ad Adulti individualmente
- Psicoterapia rivolta alle Coppie
4)    Attività di  Supervisione e di Formazione
Le caratteristiche della Supervisione proposta dal Centro di Psicologia e Psicoterapia sono chiaramente delineate nella richiamata Relazione basilare circa l' Indirizzo Scientifico e metodologico, dalle cui linee-guida non è possibile prescindere.  Essa è , pertanto,  una metodologia  formativa riguardante la Psicoterapia psicoanalitica.
La metodologia proposta prevede tre tipologie di attività distinte e allo stesso tempo interdipendenti, che si sviluppano a partire  dalla  SUPERVISIONE DEI CASI CLINICI:
1) La trattazione e lo studio di argomenti teorici, sulla traccia di quanto specificato alla voce Attività di Formazione  nella
     sezione Attività.
2) La discussione e la supervisione dei casi clinici presentati dai discenti, quale strumento per  evidenziare e
    promuovere le specifiche competenze di tecnica psicoterapeutica.
3) L'approfondimento degli aspetti teorici emersi dalla discussione e supervisione dei casi, al fine di collegare
    direttamente i costrutti teorici stessi alla casistica clinica.
Riteniamo utile sottolineare che la supervisione dei casi  è lo strumento di base con cui si realizza tutto il percorso formativo. Soltanto  in via subordinata  può rappresentare  una modalità di aiuto per il terapeuta in difficoltà nella relazione col paziente.
L'attività Formativa e di Supervisione  può avvenire individualmente o  per  piccoli Gruppi.
5)    Somministrazione di Training Autogeno
Per comprenderne le applicazioni, vale  il presupposto che se da un  lato il Training Autogeno ha come finalità la eliminazione dello stress accumulato, la diminuzione dei livelli di ansia, e di conseguenza la possibilità di scaricare le tensioni sopraddette, dall'altro facilita il recupero delle energie assopite, inducendo al contempo  un atteggiamento maggiormente positivo verso se stessi, aprendo la strada a vissuti più positivi di sè.
Il Training Autogeno può risultare dunque  efficace, innanzitutto, in presenza delle  seguenti problematiche:
- Disturbi d'ansia generalizzata
- Stress
- Insonnia
- Disturbi d'ansia persistenti e cronici cui hanno fatto seguito nel tempo, dei sintomi di tipo psicosomatico.
I pricipali disturbi psicosomatici che si instaurano a causa delle richiamate scariche di tensioni,  cui sono soggetti i vari organi fisici a causa di determinati disagi psicologici e per cui diventa utile l'applicazione del Training, sono i seguenti:
- Disturbi gastro-intestinali (Stitichezza, ulcere, coliti, gastriti)
- Disturbi respiratori (bronchiti, asma, riniti)
- Disturbi della pelle (eczema, irritazioni cutanee generalizzate)
- Disturbi cardiocircolatori (ipertensione e tachicardia)
- Disturbi della sfera sessuale (Impotenza secondaria, frigidità, eiaculazione precoce, anaia da prestazione)
- Disturbi del ritmo sonno-veglia (Insonnia, cefalee).

In presenza di cronicità o comunque in condizioni di gravità di tali disturbi, è opportuno considerare che il Training Autogeno da solo non può ritenersi  sufficiente a risolvere tali disturbi. In tali casi il Training può fungere da importante supporto alla terapia farmacologica e/o psicoterapeutica specifica in atto.